SHARE
foto di Alessandro Squassoni / ginnastica-ritmica.eu
Carolina Rodriguez

E’ di oggi la notizia che Carolina  Rodríguez non solo sarà presente all’Europeo che si terrà a Guadalajara il prossimo Giugno, ma non scarta l’opportunità di poter partecipare alle prossime Olimpiadi che si terranno a Tokyo nel 2020. 

Carolina Rodriguez  nelle ultime Olimpiadi, quelle di Rio De Janeiro del 2016, era rientrata tra le finaliste ma non era riuscita a conquistare il podio. Un vero e proprio record per l’età della ginnasta che all’epoca aveva 30 anni ( lei è del 1986).

Dopo Carolina la Spagna ha puntato sull’individualista Natalia Garcia Timofeeva che però si è dovuta fermare a causa di un grave infortunio. Operata a novembre a annunciato qualche giorno fa il suo ritorno in palestra. 

Carolina non ha mai abbandonato del tutto gli allenamenti e ora che si sta preparando per i Campionati Europei si allena intensamente per raggiungere il 100% della forma ancora più agguerrita e determinata a voler arrivare fino a Tokyo 2020. 

Una nuova sfida, una nuova decisione che Carolina prenderà solamente dopo gli Europei.

foto di Alessandro Squassoni / ginnastica-ritmica.eu
Carolina Rodriguez

Da opinionista voglio fare alcune considerazioni.

Amo Carolina e l’ammiro per tutto il lavoro che ha fatto e per l’immagine che ha lasciato di sé nel mondo della ginnastica ritmica. Sarei felice di una sua partecipazione alle Olimpiadi di Tokyo, come sono felice che partecipi agli Europei. Le auguro di poter raccogliere i frutti del suo lungo lavoro e portare oltre la “linea di confine” l’età massima per poter gareggiare a livelli competitivi.

Per ora non vedo nessuna individualista spagnola che possa superare i suoi risultati, nemmeno Natalia. Il prossimo Sabato con il bilaterale che si terrà a Desio potremo vedere quanto siano migliorate le individualiste spagnole e se qualcuna di esse potrà “prendere il posto” di Carolina. Una sfida molto ardua per le nuove leve, ma qualcosa di buono dopo le qualificazioni a Mosca per gli YOG lo abbiamo visto.