SHARE
Ganna Rizatdinova - Pesaro - foto di Alessandro Squassoni

In una recentissima intervista su xSport datata 17 Agosto 2018, Anna Rizatdinova spiega senza mezzi termini qual è  il perché della supremazia russa nella ginnastica ritmica e la corruzione che dilaga in essa.

Intervista tradotta

Come puoi spiegare il fatto che le donne russe sono costantemente più alte delle ucraine sul podio?

Dire che sono deboli? Non lo posso dire. Dire che tutto è comprato nella ginnastica ritmica? Nello specifico, non ho visto il trasferimento di tangenti. È difficile per me presentare alcuni argomenti e fatti, ma il fatto che il nostro arbitraggio non sia sempre equo è un dato di fatto. Questo è successo non solo a Rio. Da tempo immemore, tutti lo sapevano. Anche altro sport come la ginnastica artistica e il pattinaggio artistico sono sport molto soggettivi, dove non c’è cronometro e figure precise, tutto è nelle mani dei giudici. Un giudice può preferire un Paese, un altro giudice può sostenere un altro – E’ così. Bene, se le piace questa squadra e tutto il resto – le valutazioni per questa squadra saranno più alte.

Alle Olimpiadi sono stata ferita da un momento. Certamente, sono molto grata a tutti i giudici che hanno apprezzato la mia esibizione, ma non sono d’accordo con questa cosa: se si commettono errori nei Giochi, allora dovrebbero essere puniti – questo non dovrebbe essere lasciato senza conto. I primi tre posti alle Olimpiadi devono avere la stessa prestazione pulita e irreprensibile! Uno dei vincitori di Rio nella ginnastica ritmica non era tale (il russo Yana Kudryavtseva, che ha lasciato cadere la mazza durante l’esercizio, finendo secondo, XSPORT.ua).

Tocchiamo l’argomento. Quindi nella ginnastica ritmica c’è corruzione? In aggiunta alla tua situazione, ricordiamo quando nel 2004 la russa Alina Kabaeva lasciò cadere il nastro, e la Bessonova eseguì l’esercizio quasi perfettamente. Bene, come spiegarlo: tu dici che non hai visto soldi – beh, è davvero il caso di dire che i giudici hanno queste grandi preferenze?

Il nostro giudizio cambia ogni quattro anni: arrivano persone assolutamente nuove e con esse il nuovo Presidente della Federazione Internazionale. Allo stesso tempo, ogni quattro anni, ginnaste e allenatori credono che qualcosa cambierà, ma finora non vediamo che la questione sia cambiata in qualche direzione. Si scopre che ora devi avere due o anche tre teste più in alto delle tue rivali, e poi ti avvicinerai al podio, come Bessonova o me. Se sei allo stesso livello delle concorrenti, sarai fuori dai primi tre. 

A noi gli allenatori ci hanno sempre insegnato a combattere, e siamo usciti per difendere l’onore del Paese. Comunque Bessonova è riuscita a vincere sulle russe. Non in tutte le gare, ma la nostra bandiera è salita sopra il resto. Anche il pubblico era abituato a sentire suonare l’inno russo e quando  suonava quello ucraino o qualche altro, per loro era una specie di esotismo. Quindi battere la donna russa – è stato valutato doppiamente, si è creduto che questo è dal regno della fantasia.

Dalle Olimpiadi, appare il fattore corruzione – lo ammetti?

Lo ammetto, si. Ma ancora, se gli stessi russi non fossero forti, non sarebbero stati sui gradini più alti del podio. Proprio dietro di loro c’è il Paese – tutto qui.

Quanto pagano in media le ginnaste titolate per le esibizioni dimostrative?

Gli importi, ovviamente, sono molto diversi. Ci sono diversi club e opportunità. Diciamo spagnoli, italiani, quando sono invitato a una master class e iniziamo il tema del budget, dicono: scusa, ma non abbiamo soldi, ci sono 500 dollari e basta. A cui rispondo: il mio obiettivo non sono i guadagni, ma venire da queste bambine, che piangono con felicità, quindi, accetto le condizioni – Verrò. Il lato commerciale nel mio caso non è il principale. Voglio insegnare ai bambini, visitare gli angoli più diversi del mondo, in modo che mi vedano. Conosco ragazze che hanno tre o quattro masterclass al mese – come reddito stabile da 5 a 10 mila dollari.