SHARE
Team USA RG - foto Rebecca Alessi per Ginnastica-Ritmica.eu

Manca davvero poco al Campionato del Mondo di Ginnastica Ritmica, un appuntamento molto importante per la stagione in corso, in quanto sarà la prima tappa verso le Olimpiadi di Tokyo 2020.

Al Mondiale di quest’anno, sarà presente anche la squadra degli Stati Uniti d’America, composta quest’anno da Daria Baltovick, Isabelle Connor, Ugne Dragunas, Connie Du, Elizaveta Pletneva e Nicole Sladkov. Le ragazze stanno completando la rifinitura dei propri esercizi all’Ardor di Padova, sotto l’occhio di Margarita Mamzina, allenatrice della squadra americana alle Olimpiadi di Rio del 2016 ; ai momenti di impegno e allenamento in palestra alternano svago e cultura nelle città venete.

Una mattinata molto particolare

Pochi giorni fa, ho avuto l’onore di passare alcune ore insieme a loro e di assistere ad un allenamento un po’ particolare, in quanto è stata fatta una sorta di “simulazione” del Mondiale, cronometrando i momenti di riscaldamento e di allenamento, oltre a presentare entrambi gli esercizi, svolti davanti ad un pubblico molto speciale: la squadra di Ginnastica Estetica dell’Ardor Padova, allenata da Rimma Anisimova!

L’ allenamento è iniziato con il riscaldamento, che nella Ginnastica Ritmica comincia con una seduta di esercizi di danza alla sbarra, importanti per aggraziare la postura e il portamento; si è passati poi a degli esercizi di scioltezza e di difficoltà corporee, anche questi parte della preparazione fisica. Dopo la parte a corpo libero, è la volta del lavoro con l’attrezzo, per prendere confidenza con i rischi e le maestrie individuali, oltre a ripassare alcuni elementi di squadra parte integrante degli esercizi, come le collaborazioni e gli scambi.

Un autentico spettacolo !

Alla fine della prima sessione di allenamento, la squadra è scesa in pedana col primo dei due esercizi, quello con 3 palle e 2 funi. La routine, svolta su una musica tipica bulgara, vuole essere un omaggio alla nazione che ospiterà il mondiale di quest’anno, curato sotto vari aspetti, a cominciare dalla posa iniziale che vede una delle ginnaste “indossare” le funi come se fossero un turbante. La performance, che prosegue con un continuo “crescendo”, vede una grande presenza di rischi e collaborazioni nell’intero esercizio, intervallata da scambi e difficoltà di corpo, fino ad un momento centrale dedicato ai passi ritmici, che in questo quadriennio devono durare 10 secondi ed essere adatti alla musica scelta.
Concluso il primo esercizio, le ragazze hanno subito iniziato la preparazione del secondo, quello coi 5 cerchi. A differenza del misto, però, questa routine prevede l’uso di una musica, seppur in piccole parti, cantata e che prevede le stesse caratteristiche del primo richieste dal codice. Nonostante ciò, è bene sottolineare alcune differenze particolari, come per esempio la coreografia, molto più “da discoteca” e la scelta della musica, molto dinamica.

Con la fine dell’esercizio, si è concluso l’allenamento e così anche la nostra mattinata in palestra. Prima di salutarle ho intervistato ragazze e l’allenatrice, chiacchierando insieme su vari argomenti.

Appuntamento  a Desio Lunedì 10 Settembre

Prima di lasciarvi alle interviste, però, è bene segnalare la loro presenza all’ultimo degli allenamenti a porte aperte della nazionale italiana di Ginnastica Ritmica, che con la nazionale a stelle e strisce ha un rapporto molto speciale… l’allenamento si svolgerà lunedì 10 Settembre verso le 20:30 al PalaBancoDesio di Desio e sarà ad ingresso libero: insomma, una ghiotta occasione per ammirare dal vivo due scuole molto diverse tra loro e augurare a entrambe le delegazioni “In bocca al lupo!” in vista del Mondiale.

INTERVISTA A MARGARITA MAMZINA, ALLENATRICE DELLA SQUADRA DI GINNASTICA RITMICA U.S.A.

Team Usa Rhythmic
Team Usa RG – © Rebecca Alessi, ginnastica-ritmica.eu
Tra pochi giorni sarete a Sofia per prendere parte ai Campionati del Mondo. Cosa vi aspettate da questa nuova esperienza?

Semplicemente non vedo l’ora di essere lì con questa squadra e vorrei solo vedere la loro migliore perfomance, non ci interessano i risultati.

All’inizio del 2018, abbiamo avuto un cambiamento nel Codice dei Punteggi che consisteva nella rimozione del limite di 10 nelle difficoltà di corpo e d’attrezzo. Com’è che questa nuova regola ha interessato la scelta dei movimenti e delle difficoltà nella squadra?

Questa è stata un po’ una sfida perché è il primo anno e tutte erano preoccupate per questa idea, ma abbiamo trovato il modo di ottenere un valore alto con le difficoltà. Abbiamo cambiato tante cose all’inizio della stagione e ne siamo uscite vittoriose.”

Nel 2019, la Federazione Internazionale di Ginnastica organizzerà il primo Campionato del Mondo Junior di Ginnastica Ritmica. Come vi state preparando per questa nuova competizione e come potranno gli Stati Uniti dare il meglio come nazione?

Abbiamo un’ottima nuova generazione e spero che diano il meglio quando passeranno alla categoria Senior e soprattutto, che facciano gareggiare le ragazze ad alti livelli già dalla categoria Juniores, al fine di poter dare loro più fiducia in se stesse e maturare più esperienza: questo sarà molto importante quando gareggeranno nella categoria Senior.”

Team USA RG – particolari © Rebecca Alessi, ginnastica-ritmica.eu

INTERVISTA ALLA SQUADRA AL COMPLETO

Lo scorso anno, siete venute molte volte qui in Italia, qual è stata la cosa che vi è piaciuta di più sul nostro paese?

Abbiamo amato l’energia positiva che abbiamo ricevuto dal pubblico e l’intera atmosfera. Abbiamo amato quello che i tifosi ci hanno dato.”

Ho visitato il vostro canale YouTube e ho visto i video delle vostre competizioni: li ho adorati! Vorrei chiedervi, qual è stata la competizione più bella ed emozionante?

I Mondiali di Pesaro dello scorso anno.”

Qual è stato il ricordo più bello che vi porterete nel cuore?

La prima volta che abbiamo messo piede nel palazzetto. Era tutto bello e di colore blu, le lettere ovunque ci hanno dato molta energia e carica; anche uscire dalla pedana dopo il nostro primo esercizio ci ha dato tante emozioni.”

Anche la prima volta che ci siamo allenate qui in Italia, in una palestra che non era la nostra.”

Ho visto le vostre stories su Instagram e ho visto che siete state a Venezia, Verona e anche qui a Padova. Cosa siete solite fare dopo un allenamento?

Facciamo delle sedute di fisioterapia. Ma quello che facciamo dipende anche dalla giornata. Qualche volta, se siamo abbastanza fortunate per uscire o siamo stanche, ci prendiamo una giornata di riposo.”

Quando abbiamo una giornata di riposo, ci piace andare fuori dalla palestra e scoprire posti nuovi.”

Qual è la città più bella che avete visitato qui in Italia e fuori dall’Italia?

Qui in Italia abbiamo amato Venezia. Fuori dall’Italia, Parigi, che abbiamo visitato quando abbiamo partecipato al Grand Prix di Thiais.”

Cosa sperate per i prossimi Mondiali?

Di godere il momento, sentire l’energia in pedana, semplicemente dare il meglio di noi e mostrare i nostri progressi.”

Team USA RG – © Rebecca Alessi, ginnastica-ritmica.eu

Foto e video

La galleria fotografica completa sarà caricata sul profilo FB di Rebecca Alessi.

Prossimamente verranno caricati in YouTube i video  realizzati durante la giornata.