Maria Dellaquila, Iris Giovinazzo - Foto di Luca Agati.

C’è chi non si accontenta del Little Black Dress e vuole azzardare un po’ di più: sono coloro che hanno puntato tutto sulla tinta unita e lo arricchiscono di dettagli e disegni sbrilluccicosi.

Monocromatico.

Un solo colore, ma tanti, tantissimi brillantini! Come per il total black, la versatilità è garantita, ma è arricchita dal contrasto dei dettagli sulla base.

Armonia D’Abruzzo.
Alessia Russo, Armonia D’Abruzzo – Foto di Luca Agati.

Sfarzoso e contro ogni principio scaramantico – in ambito teatrale, è altamente sconsigliato indossare il viola – la società più blasonata d’Italia opta per un body viola in velluto dalla forma ricercata e dal dettaglio più pregiato: scollatura a cuore ricoperta da una cascata di grandi pietre, fianchi nude ricoperti, come le maniche e lo scollo, da un prezioso ricamo arricchito da una moltitudine di swarovski di diverso taglio, dal cristal all’opalescente al rosa, che continuano il disegno fino al gonnellino.


Federica Pettinelli e Eva Gherardi, Armonia D’Abruzzo – Foto di Alessandro Squassoni.
Vlada Nikolchenko (UKR), Armonia D’Abruzzo – Foto di Alessandro Squassoni.
Gymnica ’96 Forlì.
Inadja Righ, Gymnica ’96 Forlì – Foto di Luca Agati.

Blu elettrico con spennellate perpendicolari color oro, arricchite sul lato destro da una linea morbida di specchietti: così la padrona di casa di questa prima tappa di Serie A ci ha accolto.
Linee morbide contrapposte all’energia delle decorazioni, definito anche dal leggero gonnellino di velo blu aperto sul davanti.

Arianna Leoni e Giulia Capacci, Gymnica ’96 Forlì – Foto di Alessandro Squassoni.
Denisa Mailat (ROU), Gymnica ’96 Forlì – Foto di Luca Agati.
San Giorgio Desio.
Martina Brambilla, San Giorgio Desio – Foto di Alessandro Squassoni.

La società lombarda sceglie per questo anno una manica corta in verde scuro su cui far risaltare una calla bianca ornata da molti swarovski argentati, il tutto, incluso il gonnellino sfrangiato in velo color carne, riempito da pietre di tutte le dimensioni bianche, nere, oro e argento, ma soprattutto perle.

Andreea Cristina Verdes (ROU), San Giorgio Desio – Foto di Luca Agati.


Martina Brambilla e Roberta Riccò, San Giorgio Desio – Foto di Alessandro Squassoni.
Aurora Fano.
Martina Pasquini, Aurora Fano – Foto di Alessandro Squassoni.

Con grande sorpresa, la società marchigiana si presenta alla seconda tappa con una nuova mise: un body smanicato blu scuro con inserti sui fianchi in celeste, rigorosamente impreziositi da punti di luce formati da raggruppamenti di pietre dal taglio grosso e da rifiniture dei dettagli con swarovski cristal, gonnellino in velo tono su tono compreso.

Camilla De Luca, Aurora Fano – Foto di Alessandro Squassoni.
Sofia Bevilacqua, Aurora Fano – Foto di Luca Agati.
Iris Giovinazzo.
Ekaterina Selezneva (RUS), Iris Giovinazzo – Foto di Luca Agati.

Sembrano vestite dal mare: un azzurro intenso con sfumature blu che creano movimento viene ornato da una cascata di brillantini di diverso taglio e colore, che sul davanti copre la scollatura, mentre sui fianchi valorizza la silhouette; il gonnellino, di semplice velo dello stesso colore della lycra, pare quasi poggiato come spuma marina sul dietro del body, rifinendo l’intreccio del disegno sulla schiena.

Irene Carbonara e Carla Maghelli, Iris Giovinazzo – Foto di Alessandro Squassoni.

 

Vi tranquillizzo subito, arriverà presto un nuovo articolo! Il total black è stato fatto, la tinta unita pure… Chissà adesso a chi tocca 😉