Dopo avervi parlato delle origini della ginnastica e di Emilio Baumann, oggi parliamo di una grande italiana: Andreina Sacco Gotta

Lo sviluppo della ginnastica ritmica è relativamente recente e ha  Torino come epicentro.

A contribuire alla sua diffusione è Andreina Sacco, coniugata  con Mario Gotta, Campionessa di atletica e di pallacanestro, diplomata nel 1921 al Regio Istituto di Magistero per l’Educazione Fisica di Torino.

In questi anni diventa otto volte campionessa italiana di atletica leggera. Nel 1925, a Milano, è capitano della squadra femminile vincitrice del primo campionato italiano di pallacanestro. La Sacco inoltre partecipa come ginnasta alle gare indette dalla Federazione Ginnastica d’Italia.

Si diploma al Conservatorio in composizione nel 1925 e nel 1933 consegue il diploma superiore al pianoforte.

Dopo l’agonismo l’insegnamento

È grazie alle competenze acquisite in entrambi gli ambiti, quello sportivo e quello musicale, che la Andreina Sacco si dedica sempre più agli aspetti educativi dello sport piuttosto che all’agonismo. Inizia quindi ad insegnare nelle scuole e nel 1952 diventa docente di “ginnastica femminile moderna“, disciplina che, grazie a lei,  riesce ad entrare nei programmi della riforma scolastica nel 1953.

Solo nel 1970 la “ginnastica femminile moderna”  viene rinominata in ginnastica ritmica.

Le prime Olimpiadi

La ginnastica ritmica appare nei Giochi Olimpici prima a Stoccolma, nel 1912, e poi ad Anversa nel 1920, ma solo come esibizione e non in gara.

Le prime competizioni Olimpiche, solo per le ginnaste individualiste, si avranno nel 1984 a Los Angeles, mentre i gruppi dovranno aspettare Atlanta 1996.

Per l’ Italia a Los Angeles nel 1984 parteciparono Giulia Straccioli e Cristina Cimino. Le atlete italiane riuscirono a conquistare rispettivamente la settima e la quindicesima posizione nella classifica generale.

Ma dobbiamo aspettare il 2004, con i Giochi Olimpici ad Atene, per vedere una medaglia al collo delle ginnaste della ritmica italiana. Argento a squadre per Elisa Blanchi, Fabrizia D’Ottavio, Marinella Falca, Daniela Masseroni, Elisa Santoni e Laura Vernizzi, allenate da Emanuela Maccarani .

Ma questa è un’altra storia …

Argento ad Atene