SHARE

Non sono molte le notizie pervenute da Burdas, in Bulgaria, dove si sta svolgendo il 1st IT “Prize of Julieta Shishmanova”.

Oro per la Squadra Junior

Di certo sappiamo che la Squadra Junior italiana, allenata da Julieta Cantaluppi e Kristina Ghiurova, è arrivata prima nel concorso generale con un totale di 33.500 e si è qualificata per le finali di specialità.

Seconda la Bulgaria con un totale di 31.600 e terza il Cile con un totale di 17.750.

classifica gruppi junior 1st International Tournament for the “Prize of Julieta Shishmanova”

Le nostre atlete, Siria Cella, Alexandra Naclerio, Vittoria Quoiani, Giulia Segatori, Serena Ottaviani e Simona Villella hanno preso un punteggio di 18.500 nell’esercizio ai 5 cerchi e un punteggio di 15.000 nell’esercizio ai 5 nastri.

Talisa Torretti E Sofia Raffaeli qualificate per le finali

Gara ancora in corso per le individualiste. Certa la conquista delle finali di specialità per la Senior Talisa Torretti sia con il cerchio che alla palla. Nella qualificazione l’atleta, allenata da Julieta Cantaluppi e  Kristina Ghiurova, ha ottenuto un punteggio di 17.500 al cerchio e di 17.050 alla palla.

Buono anche il risultato di Nina Corradini che però non riesce a qualificarsi per queste due finali di specialità. Attendiamo i risultati di clavette e nastro !!

risultati qualificazione cerchio/palla IT “Prize of Julieta Shishmanova”

Anche per Sofia Raffaeli, allenata dalle medesime allenatrici, ci sono pervenuti solo i punteggi di fune e palla, nelle quali si è qualificata per le finali di specialità. Sofia ha totalizzato in entrambi gli esercizi il punteggio più alto della giornata ottenendo un 17.550 nell’esercizio alla fune e uno stupendo 18.700 nell’esercizio alla palla.

risultati qualificazioni fune/ palla Junior “Prize of Julieta Shishmanova”

Il “Prize of Julieta Shishmanova”

Ricordiamo che quest’edizione dell’ International Tournament è stata dedicata dalla Federazione di Ginnastica Bulgara alla grandissima Julieta Shishmanova, madre di Kristina Ghiurova e nonna di Julieta Cantaluppi.