SHARE
Anastasia Maksimova foto di Alessandro Squassoni
Anastasia Maksimova, atleta russa della squadra ensemble, campionessa olimpica e vincitrice di cinque medaglie d’oro ai campionati mondiali, torna in squadra e scenderà nella World Cup di questo week-end a Tashkent. 

Dopo le Olimpiadi di Rio de Janeiro del 2016, Anastasia decide di ritirarsi, o meglio, di prendere una pausa dagli impegni pressanti della ginnastica ritmica.

In questo periodo ha completato i suoi studi e ha ristrutturato il suo appartamento.

Hai continuato ad allenarti in questo periodo ? 

No, sono stata impegnata con gli studi e con la ristrutturazione. All’inizio andavo agli eventi di ginnastica ritmica, ma poi ho smesso. 

Come sei riuscita a rientrare in squadra, vista la grande competizione ? E’ stato difficile ?

Difficile? E’ difficile combattere con se stesse, il resto non è così difficile. E’ stato più difficile riconfigurare la testa che ritornare in forma fisicamente. E’ stato difficile pensare di tornare a fare gli stessi allenamenti, le stesse azioni ed ad avere gli stessi pensieri.

Durante la pausa cos’hai pensato riguardo al tuo ritiro ?

Non lo so. Desideravo veramente tornare indietro. Ci ho pensato molto ed alla fine sono tornata perché è quello di cui ho bisogno.

Anastasia Maksimova ha poi fatto alcune considerazioni sui nuovi esercizi. Rispetto al 2016 il livello è notevolmente aumentato. Tecnica e velocità sono sempre più difficili. Si tratta di un livello diverso rispetto a quello a cui eravamo abituate noi prima del 2016. 

Pensi di arrivare a fare le Olimpiadi di Tokyo ?

No. I miei pensieri ora sono sui Giochi Europei, poi sulla prossima Coppa del Mondo e poi penseremo alla nuova stagione.

Hai la sensazione che al momento tu sia per la squadra, per così dire, una bacchetta magica?
Sai, di solito non sono abituato a parlare da solo, ma se gli altri lo dicono, è carino. Io stesso non posso dirlo. Tutte le ginnaste lavorano seriamente.

Se vuoi leggere l’intervista completa e in lingua originale vai su rsport.ria.ru