SHARE
camilla centofanti - foto di alessandro squassoni

Camilla Centofanti sarà la protagonista di questa intervista pre-assoluto 2019.

Camilla Centofanti è nata a Padova il 09 maggio del 2004. Inizia a praticare ginnastica ritmica a 8 anni presso la società Ginnastica Opera, allenata da Eisabetta ( Betty ) Làdavas .

Intervista a Camilla Centofanti, società Ginnastica Opera

Camilla Centofanti – ph Alessandro Squassoni

Ciao Camilla. Come, dove e quando ti sei avvicinata a questo sport?

Io mi sono avvicinata a questo sport già da quando ero molto piccola, in quanto i miei genitori mi portavano a guardare le gare di mia sorella Martina che ha iniziato a praticare ginnastica all’età di nove anni. Tra me e lei ci sono sei anni di differenza per cui io conosco da sempre questo sport.

Mamma prima di iniziare a farmi fare ginnastica ritmica mi ha fatto provare molti altri sport come nuoto, danza classica e tennis, ma alla fine ho deciso di fare ginnastica ritmica a tutti i costi. Per questo motivo ho iniziato all’età di otto anni.

Credi che in Italia la ginnastica ritmica abbia raggiunto la visibilità che si merita?

Io credo che in Italia la ginnastica ritmica non abbia raggiunto la visibilità che si merita in quanto questo sport richiede moltissimi sacrici e già solo per questo bisognerebbe parlarne un po’ di più.

In più abbiamo una squadra nazionale che è tra le più medagliate al Mondo e per questo ritengo che in Italia la ginnastica ritmica dovrebbe avere molta più visibilità.

Camilla e Martina Centofanti – foto di Aelssandro Squassoni

C’è una ginnasta in particolare alla quale ti ispiri?

La ginnasta a cui mi ispiro maggiomente è mia sorella Martina, sin da quando ero piccola, perché lei è una ginnasta molto determinata. Io la stimo per tutte le sue grandi qualità e per la ” testa” che ha nel praticare questo sport …

Per me Martina è un punto di riferimento importantissimo. Lei per me c’è sempre, nei momenti di crisi o di sconforto e mi aiuta a superarli.

Spesso si vedono atlete compiere particolari rituali prima di entrare in pedana. Tu ne hai qualcuno? Hai un portafortuna?

Io non compio rituali prima di entrare in pedana perché non sono scaramantica. Non ho neppure un portafortuna.

Raccontaci una giornata tipo di un allenamento pre-assoluto

Io di solito mi alleno dalle 15:00 alle 20:00 tutti i giorni, però in vista di gare importanti, come un Assoluto, concordandomi con la scuola iesco a fare due allenamenti doppi.

Per me è molto difficile conciliare le due cose, frequentando una scuola statale ed essendo una che tiene molto alla scuola. In più il traffico di una città come Roma non aiuta. La sera esco dagli allenamenti alle 20:00, ma non riesco mai ad essere a casa prima delle 21:00.

Come passi il tuo tempo libero?

Quando non ho molto da studiare il mio tempo libero lo passo con i miei amici. A me piace molto stare in compagnia.

C’è una persona particolare che vorresti ringraziare per il sostegno e l’aiuto che ti dà in questo momento?

In particolar modo vorrei ringraziare i miei genitori che fanno moltissimi sacifici anche loro, come li faccio io, e sono sempre pronti a sostenermi.

Poi ringrazio mia sorella, che per me ha un ruolo fondamentale ( come ho già detto sopra ) . Lei mi sostiene sempre e mi aiuta a superare degli ostacoli che magari ho…

Un’altra persona importante che vorrei ringraziare è la mia allenatrice Betty in quantoi risultati che ho ottenuto nella ginnastica ritmica sono grazie a lei .

Per leggere le interviste alle altre atlete protagoniste QUI

Camilla Centofanti – foto di Alessandro Squassoni