allenamento a porte aperte con controllo tecnico

Anche in questa occasione l’attenzione del pubblico al PalaBanco Desio non è mancata. Come per lo scorso controllo il palazzetto era gremito di fans della ginnastica ritmica.

La serata dedicata ad Antonella Chiesa

Emanuela Maccarani, Direttrice Tecnica nazionale per la ginnastica ritmica, ha aperto la serata annunciando che l’allenamento era dedicato ad una grande allenatrice ed atleta, Antonella Chiesa.

Emanuela Maccarani era stata compagna di squadra di Antonella Chiesa negli anni ’80.

La direttrice tecnica nazionale ha voluto dedicare “questo primo volo” delle Farfalle verso un obbiettivo importante come le Olimpiadi, ad Antonella.

Presenti alla serata sia il marito Luca e i figli di Antonella. Luca, visibilmente commosso, ha letto un piccolo discorso dedicato alla moglie:

Sono sempre le migliori che se ne vanno, è una frase fatta, ma molte volte le frasi fatte contengono verità ” parla Luca rivolgendosi al pubblico presente ” Mia moglie Antonella è stata una ginnasta. Come ha ricordato Emanuela ha vestito la maglia della nazionale negli anni ’80 e in quegli anni è stata una delle ginnaste migliori… poi è diventata una tecnica e ha dedicato oltre trentanni ad insegnare l’arte della ginnastica ritmica. Le sue allieve oggi sono donne, mamme… Alcune sono diventate a loro volta delle brave tecniche.” poi prosegue ” Per chi ha conosciuto Antonella in palestra, in gara e nelle trasferte lei è stata la migliore collega; per chi ha avuto il tempo di conoscerla bene Antonella è stata la migliore amica; per chi è cresciuta con Antonella, lei è stata la migliore sorella ...” poi si rivolge ai figli presenti ” per Francesca e Riccardo è stata la migiore mamma e per me è stata la migliore donne, la migliore compagna, la migliore sposa ... “

Si conclude così il piccolo discorso di Luca che, insieme ai figli, prende poi posto per assistere all’allenamento.

Emanuela Maccarani con il marito e i figli di Antonella Chiesa

Oltre alla squadra nazionale di ginnastica ritmica, presenti per un controllo tecnico ( i primi due attrezzi oggi e gli altri due nella giornata di domani ) le individualiste Senior.

Emanuela Maccarani presenta il “corpo giudicante” che valuterà gli esercizi: Elena Aliprandi – membro del comitato tecnico UEG per la ginnastica ritmica- Emanuela Agnolucci, Laura Lazzaroni, Alexia Agnani e Stefan Ivanov gli altri membri della giuria di controllo.

Iniziano le esibizioni le atlete della squadra nazionale. In pedana la prima e la seconda squadra si esibiscono nell’esercizio alle 5 palle. Sia per la prima che per la seconda squadra l’esercizio viene suddiviso in tre parti.

Concluse queste prime prove si inizia con il controllo delle Senior partendo dall’esercizio al nastro di Sofia Maffeis.

Un problema con la chiavetta della musica obbliga Maffeis ad uscire dalla pedana in attesa di rifare l’esercizio successivamente.

E’ il turno di Eleonora Tagliabue alla palla. Segue Giulia Bricchi alle clavette, per lei una perdita d’attrezzo; Maccarani al termine dell’esercizio le fa ripetere il passaggio dichiarando come “svista” l’errore e chiedendo più concentrazione.

la squadra italiana di ginnastica ritmica

La prima squadra composta da Alessia Maurelli, Martina centofanti, Agnese Duranti, Martina Santandrea e Letizia Cicconcelli scende con l’esercizio alle 5 palle, questa volta viene eseguito per intero.

Un esercizio molto dinamico e ricco, anzi ricchissimo, di difficoltà ! Alessia Maurelli è riuscita in una prestazione ottima nonostante i 38° e mezzo di febbre dichiarati. Son certa che quest’esercizio conquisterà il pubblico mondiale per la sua complessità e fluidità nell’esecuzione. Un susseguirsi di difficoltà che non lasciano respiro né alle atlete della squadra, né a chi osserva da fuori l’esercizio.

Si prosegue con il controllo delle senior. In pedana Rebecca Riccò con l’esercizio alla palla. Un ginnasta molto elegante, un bel esercizio nonostante la piccola uscita di pedana dell’atleta.

Eva Gherardi scende con le clavette. Segue Martina Brambilla con il cerchio, un esercizio molto complicato, ma eseguito correttamente.

la seconda squadra nazionale italiana di ginnastica ritmica

E’ il turno della seconda squadra della nazionale italiana di ginnastica ritmica. Anna Basta, Daniela Mogurean, Nina Corradini, Alessia Russo e Laura Paris scendono con l’esercizio completo alle 5 palle.

Alexia Gorina prosegue il controllo tecnico per le individualiste senior con l’esercizio alle clavette.

Anche per Alessia Leone, che dovrebbe scendere con l’esercizio alle clavette, c’è un problema con la tecnologia: non parte la musica. Esce e viene rimandata a dopo.

Bene l’esercizio al cerchio di Sofia Bevilacqua.

Ecco nuovamente la prima squadra delle Farfalle esibirsi con l’esercizio completo alle 5 palle.

Ultime due atlete di questa prima rotazione per il controllo tecnico delle individualiste senior Talisa Torretti e Sofia Raffaeli. Entrembe eseguono la specialità al cerchio.

La seconda squadra nazionale esegue l’esercizio alle 5 palle completo.

Sofia Maffeis e Alessia Leone riesco ad eseguire i loro esercizi. Maffeis si cimenta nel nastro. Ancora un problema con la musica per lei durante l’esecuzione, ma prosegue l’esercizio fino alla fine. Leone rientra in pedana con l’esercizio alle clavette.

Durante la pausa si presenta un gradito e conosciutissimo ospite: Cristiano Militello.

Emanuela Maccarani con Cristiano Militello

Militello parla al pubblico dichiarando con il suo solito spirito ironico che ” Queste Farfalle sono le mie preferite, anche più della farfalla di Belen ! ” . Il comico/presentatore sfiora anche l’argomento della visibilità della ginnastica ritmica e invita il pubblico a “diffondere” l’amore per questo sport invitando magari qualcuno che non lo frequenta quotidianamente ad assistere a questi allenamenti a porte aperte.

Si riparte con le due squadre delle Farfalle impegnate nell’esercizio misto cerchi/clavette.

Come è stato per le 5 palle, anche l’esercizio misto viene prima presentato suddicviso in parti da entrambe le squadre.

Seconda rotazione per le individualiste senior

Sofia Maffeis ripete l’esercizio al nastro perché a causa di un piccolo infortunio alla mano non può eseguire la specialità alla palla. Questa volta la musica funziona bene e l’esercizio viene eseguito senza interruzioni.

Seguono gli esercizi di Eleonora Tagliabue alle clavette e di Giulia Bricchi alla palla. Qualche imprecisione per la prima, bene la seconda.

La prima squadra nazionale scnde con l’esercizio misto completo.

Continuano le esibizioni delle individualiste Senior. Rebecca Riccò esegue un bel esercizio al nastro. Seguono il nastro di Eva Gherardi e la palla di Martina Brambilla.

La seconda squadra esegue l’esercizio misto completo. Personalmente ritengo questa squadra migliore nell’esecuzone di questo esercizio rispetto che in quello alle 5 palle. Molto più pulite.

Alexia Gorina esegue la specialità al cerchio seguita da Alessia Leone e Sofia Bevilacqua al nastro.

LA seconda squadra ripete l’esecizio misto. Maccarani fa presente al pubblico che ora Alessia Russo fa parte della squadra nazionale e sottolinea la difficoltà che può avere un’atleta individualista del suo calibro ad entrare in gruppo già formato. Difficoltà che Alessia ha superato egregiamente in poco tempo.

Ultimi due esercizi per le individualiste. Talisa Torretti esegue le clavette, mentre il vulcano Sofia Raffaeli la palla.