L’International Gymnastics Federation (FIG) ha pubblicato il sistema di qualificazione rivisto – Giochi della XXXII Olimpiade – Tokyo 2020 per gli eventi di ginnastica artistica, ritmica e trampolino.

Questa nuova versione, che è stata approvata dal Comitato Olimpico Internazionale (CIO), rispetta i principi fondamentali stabiliti.

Tuttavia, il rinvio dei Giochi olimpici di un anno, nonché delle ultime competizioni di qualificazione previste tra metà marzo e maggio 2020, hanno portato il CIO e la FIG a modificare alcuni criteri.

Le principali modifiche sono relative a:

  • La proroga del periodo di qualifica fino al 29 giugno 2021, come stabilito dal CIO.
    L’estensione di questo periodo consente una maggiore latitudine per lo svolgimento dei Mondiali e dei Campionati continentali che non è stato possibile svolgere nella prima metà del 2020.
  • L’età minima richiesta per partecipare alle Olimpiadi del 2021.
    I criteri di età rimangono conformi all’articolo 5.2 del Regolamento Tecnico FIG che specifica l’età minima necessaria nell’anno della competizione per competere ai Giochi Olimpici.

Siamo lieti di essere stati in grado, insieme al CIO, di aggiornare rapidamente il sistema di qualificazione al fine di dare agli atleti la certezza che le opportunità su cui si basavano per ottenere la qualificazione restano invariate, e quindi di rafforzarli nella loro preparazione per la il più grande evento della loro carriera sportiva “, ha dichiarato il presidente della FIG Morinari Watanabe.

La FIG sta attualmente lavorando con i sindacati di ginnastica continentale e gli organizzatori delle Coppe del mondo per stabilire nuove date per le restanti competizioni di qualificazione.

Alla fine del 2019, una grande maggioranza dei 324 posti olimpici in Ginnastica era già stata assegnata o era in sospeso.

Solo un numero limitato di posti può ancora essere guadagnato direttamente attraverso la serie di Coppa del Mondo o dei Campionati Continentali.