Messaggio del Presidente della Federazione Ginnastica Internazionale Morinari Watanabe.

<< Carissimi,

Mentre centinaia di migliaia di persone protestano contro il razzismo e la discriminazione nelle città di tutto il mondo, è fondamentale, come federazione internazionale, ribadire che lo sport deve essere un modello di inclusione e non di esclusione.

La ginnastica prospera nella diversità. Acclamiamo i successi dei campioni sul podio, indipendentemente dalle origini o dal colore della pelle. 

Con Gymnastics for All, la nostra disciplina non competitiva, incoraggiamo tutti, indipendentemente dalle loro capacità, età o cultura, a riunirsi e celebrare la loro passione per lo sport in amicizia e uno spirito di apertura mentale.

Lo sport conta sul rispetto. L’International Gymnastics Federation attribuisce grande importanza alla protezione dei diritti umani e al rifiuto della discriminazione di qualsiasi tipo. Fanno parte dei nostri valori fondamentali.

Questi principi sono sanciti negli Statuti della Federazione:

“La FIG non consente alcuna discriminazione per razza, colore, sesso, orientamento sessuale, lingua, religione, opinione politica o di altro genere, origine nazionale o sociale, proprietà, nascita, disabilità, attributi fisici, abilità atletica o altro stato; la FIG non consente alcuna violazione dei diritti umani tra i suoi membri. “

Questo spirito non cambierà mai e continuerà a guidare le nostre azioni. 

Nell’ambito del movimento olimpico, miriamo a contribuire alla costruzione di un mondo migliore attraverso lo sport. 

Il mio più grande desiderio è che, a livello globale, possiamo ispirare il maggior numero possibile di unirsi a noi in questa impresa. >>

FIG Presidente Morinari Watanabe