Ieri – 28/06/2020 – si è svolto il primo “International RG Online Tournament” della storia della ginnastica ritmica,(andato in onda sul canale Youtube RGYMRUSSIA) ideato da Madame Irina Viner.

L’idea del International RG online Tournament è stata una bella trovata per ovviare al problema del Covid19, in attesa delle future gare in programma: Deriugina Cup 10-13 settembre 2020 e Europei di Kiev 26-29 novembre 2020.

La competizione ha visto scontrarsi le delegazioni di Russia, Israele, Uzbekistan e Kirghizistan.

Le delegazioni erano tutte collegate online dai propri palazzetti a porte chiuse. L’ Irina Viner Gymnastics Palace di Mosca in Russia,la Toto Hall di Holon in Israele e il Gymnastics Sport Palace di Tashkent in Uzbekistan. .

La competizione:

Le categorie junior e senior si sono alternate nelle due rotazioni per attrezzo (erano previsti massimo due attrezzi per ginnasta).

Per la sezione junior si sono contraddistinte: Alexandra Skubova (RUS) prima alla palla con 22.300.Al nastro la vittoria è andata a Diana Simoshina (RUS) con 20.450.Alle clavette Anna Popova (RUS) con 22.400.

Per le senior si sono fatte valere le gemelle Averina.

Arina Averina, in grandissima forma, si aggiudica il primo posto alla palla con uno spettacolare 25.900; al secondo posto Linoy Ashram (ISR) 25.300 con un’impeccabile elegante e pulita esecuzione; segue Daria Trubnikova (RUS) con 23.100.

4° posto per l’israeliana Katz Adi Asya ginnasta del 2004 che ha saputo destreggiarsi contro le più note avversarie.

Il titolo nella specialità alla clavette è andato ad Anastasia Guzenkova (RUS) con 24.150 seguita da Nicol Zelikman (ISR) con il punteggio di 23.800.

La stessa Zelikman al cerchio ha perso due volte l’attrezzo fuori dal quadrato, esecuzione da dimenticare per lei.

Al comando della specialità cerchio si è imposta Dina Averina con 25.150 seguita dalla sorella Arina 23.900 e un inaspettato 3° posto di Ekaterina Fetisova (UZB)21.200.

Ultima specialità il nastro, vinto da Dina Averina con 20.500 nonostante un cambio di attrezzo dovuto alla rottura del nastro (notevole la sua posizione iniziale con il nastro intrecciato alla gamba che potete ammirare nell’immagine sotto le classifiche).

Non ha spiccato invece la russa Lala Kramarenko decisamente sottotono. Lala è incappata in vari errori come cadute/sbilanciamenti dai pivots e due perdite di clavette, è quindi uscita di pedana molto delusa.

la posa iniziale al nastro di Dina Averina

Ma il pezzo forte riguarda la squadra nazionale russa che con uno strabiliante 32.800 alle 5 palle sale sul primo gradino del podio, ma con molteplici polemiche dal web dovute ai numerosi errori di esecuzione: una perdita della palla che ha influito sulla fluidità dell’esercizio con un attimo di smarrimento e la conseguente corsa all’attrezzo di riserva e numerose riprese d’attrezzo con traiettorie errate e con conseguenti “tuffi” da parte delle componenti della squadra sopratutto della capitana per recuperare la palla.

La squadra Uzbeca si è affermata seconda con 32.050, dopo vari problemi tecnici per la trasmissione online dal loro paese.

Le due ginnaste della squadra russa Anastasija Bliznjuk e Anastasija Maksimova (le veterane del gruppo) sono state omaggiate con un premio speciale ( proprio il 28 Giugno è stato il loro compleanno).

La Russia ha decisamente dominato l’evento!

I VIDEO LI TROVATE SU QUESTO CANALE :

https://www.youtube.com/channel/UCCyTxSkhfeMjnQBqDkY7H7A/videos