Image by Peter H from Pixabay

Il 18 Settembre sul sito della Federazione Ginnastica d’Italia sono state pubblicate le tre circolari riguardanti il contenimento di rischio di contagio per Covid-19 durante le manifestazioni.

Leggi ” Protocollo FGI per contenimento rischio di contagio da Covid-19. Accesso e norme comportamentali per le competizioni 2020

Quindi pubblico sì o pubblico no ?

La presenza del pubblico sarà valutata in occasione di ogni singola competizione in base alle disposizioni del dipartimento dello sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della regione territorialmente competente e della concreta possibilità da parte dell’organizzazione di seguire le suddette disposizioni.

Nel DPCM oltre al comma 6e c’è anche il 6f. Tale comma specifica che le gare ritenute di interesse regionale o nazionale dal CONI, dal CIP o dalle rispettive federazioni saranno a porte chiuse.

Sarà quindi compito di ogni singola Regione, in base alla situazione del momento, decidere se ammettere o non ammettere persone del pubblico durante le manifestazioni.

Se ci fossero deroghe regionali valuteranno gara per gara, con le società organizzatrici, la possibilità di accesso.

L’accesso all’impianto, nel rispettivo orario indicato dall’ordine di lavoro, è consentito esclusivamente alla delegazione societaria così composta:
a. atleti che gareggiano nel determinato turno di gara
b. due tecnici
c. n.1 dirigente societario munito di regolare tessera federale
d. n.1 personale medico o paramedico

Per le atlete l’accesso all’impianto è consentito 20 minuti prima dell’orario di inizio riscaldamento previsto dall’ordine di lavoro.

Sarà cura dell’organizzazione disporre nel miglior modo possibile il controllo tessere e le necessarie verifiche dovute all’emergenza Covid 19.

La permanenza nell’impianto è consentita solo per la durata del turno di gara al quale si partecipa.