Gaia Garoffolo from Eurogymnica Torino - photo Alessandro Squassoni

Un altro grande successo per la società del presidente Luca Nurchi, già intenta nell’organizzazione dell’evento conclusivo del Campionato di Serie A di ginnastica ritmica che porterà a Torino le migliori squadre italiane in una Final Six imperdibile.

Lo scorso fine settimana, Gaia Garoffolo, nata e cresciuta tra le fila di Eurogymnica,  ha coronato un suo grande sogno, scendendo in pedana a Sofia, all’Armeec Arena, in occasione della prima tappa della World Cup 2021. Di doppio passaporto, italiano e ceco, Gaia ha rappresentato per la prima volta la Repubblica Ceca, confrontandosi con ginnaste provenienti da tutto il mondo, oltre alle italiane Baldassari e Raffaeli, quest’ultima anche vincitrice di un argento e un bronzo.

Figlia d’arte (la mamma Ilona è stata nazionale cecoslovacca di squadra negli anni ’80), Gaia è stata per molti anni una delle punte di diamante del club torinese, firmando tanti successi e dando sempre un apporto decisivo nella conquista degli allori più importanti. Dal 2014 fino a qualche mese fa, infatti, la ginnasta ha frequentato l’HDemia di Eurogymnica, alternando nel 2020 anche gli allenamenti presso il centro tecnico ceco dove si è definitivamente trasferita negli ultimi mesi.

Componente fondamentale delle formazioni di serie A coi colori di Eurogymnica e vincitrice nel 2017 del campionato di Serie A2 in prestito alla Rhythmic School, la Garoffolo ha sfruttato al volo l’opportunità di entrare a far parte delle big mondiali scrivendo, con la tappa bulgara, una pagina indelebile della sua carriera ma anche della storia di Eurogymnica. Seppur a distanza, Gaia è stata supportata da tutta la felicità e il sostegno delle allenatrici Tiziana Colognese ed Elisa Vaccaro e del direttore sportivo Marco Napoli, che  l’hanno vista crescere da quando aveva solo 6 anni. 

Privarsene per la squadra è stato un sacrificio – commenta la DT Colognese – ma l’interesse della ginnasta viene prima di tutto e non abbiamo avuto il minimo dubbio sul da farsi, lasciandola libera di giocarsi al meglio le sue carte”.

Gaia Garoffolo con la madre ex atleta cecolosvacca

Un successo importante per Eurogymnica

Un successo importante per tutto il mondo biancoblù e per le ginnaste del vivaio torinese, che potrà essere da stimolo e ispirazione per le giovanissime leve che hanno iniziato a scendere in pedana recentemente, con gli stessi sogni.

Risultati dopo risultati, crescono i sogni e le ambizioni di un club che continua a dimostrare in pedana le proprie competenze e talenti sportivi. Ma non solo. Anche dal punto di vista organizzativo, l’Eurogymnica è inarrestabile.

Dopo il grande successo dello scorso ottobre, il club del presidente Nurchi torna, su incarico della Federazione Ginnastica d’Italia, ad organizzare uno strepitoso evento che assegnerà lo scudetto tricolore alla migliore squadra del Campionato di serie A.

Appuntamento a Torino per la Final Six

L’appuntamento è per sabato 24 aprile al Pala Gianni Asti di Torino, dove scenderanno in pedana le migliori sei squadre italiane del campionato più bello del mondo per cercare di conquistare il titolo più ambito. 

La macchina organizzativa guidata dal DS Marco Napoli è già all’opera, grazie anche al sostegno di tanti volontari e supporter del club, per regalare a tutti gli appassionati di ginnastica ritmica un grande show, ricco di sorprese e di altissimo livello tecnico. 

Nonostante l’assenza di pubblico imposta dalle normative, l’evento si potrà seguire in diretta televisiva su Canale Nove, Eurosport e Discovery+. 


Ufficio Stampa Giorgia Balzola