Comunicato Stampa

La Federazione Internazionale di Ginnastica (FIG) accoglie con favore la decisione del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) di mantenere tutti gli attuali eventi olimpici di ginnastica artistica, ritmica e trampolino nel programma dei Giochi estivi del 2024 a Parigi.

Il nuovo programma approvato oggi dal Consiglio Direttivo del CIO è stato elaborato al fine di raggiungere due obiettivi principali: la limitazione del numero complessivo di atleti a 10.500 e il perfetto equilibrio tra la partecipazione femminile e quella maschile ai Giochi Olimpici.

La decisione del CIO conferma che otto eventi di ginnastica artistica maschile, sei di ginnastica artistica femminile, due di ginnastica ritmica e due di trampolino saranno presentati a Parigi. L’unico cambiamento che riguarda la ginnastica è una leggera riduzione dei posti quota da 324 alle Olimpiadi di Tokyo a 318 a Parigi.

La FIG collaborerà anche con il CIO e Parigi 2024 per utilizzare il Parkour come parte del piano di coinvolgimento incentrato sui giovani: la capitale francese è la città in cui è nato questo sport urbano.

Con l’emergere di nuovi sport e gli sforzi fatti per mantenere i Giochi a misura d’uomo per le città ospitanti, nulla deve essere dato per scontato. Ringraziamo il CIO per aver riconosciuto attraverso questa decisione che gli eventi di ginnastica sono fondamentali per l’attrattiva dei Giochi ”, ha commentato il presidente della FIG Morinari Watanabe.

La FIG aveva richiesto il mantenimento degli eventi di Ginnastica in corso in programma, ma aveva anche proposto l’inserimento del Trampolino Sincronizzato e delle tre discipline FIG che attualmente non sono sport olimpici – Ginnastica Acrobatica, Ginnastica Aerobica e Parkour – con quote specifiche assegnate a ciascuna di queste discipline.

Sebbene la ginnastica appartenga al primo livello degli sport olimpici estivi, dobbiamo capire che diventa sempre più difficile rivendicare quote aggiuntive. I Campionati del mondo sono i migliori eventi per le discipline da mettere in mostra, e dobbiamo continuare i nostri sforzi per renderli sempre più eccitanti in modo che ogni disciplina FIG abbia la possibilità di sognare il riconoscimento olimpico “, ha detto Watanabe.

Previous articleUna donna si è candidata alla Presidenza del CONI, Antonella Bellutti
Next articleVotiamo per Anna Rizatdinova con il progetto Academy of Gymnastics