Arriva finalmente l’okay del Governo per le riaperture delle palestre. Dal 18 maggio sarà consentita la ripresa di tutti gli atleti agonisti.

L’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte presso palestre, piscine, centri e circoli sportivi, pubblici e privati, ovvero presso altre strutture ove si svolgono attività dirette al benessere dell’individuo attraverso l’esercizio fisico, sono consentite, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, a decorrere dal 25 maggio 2020.” DPCM 17.05.2020

Ma sarà veramente così ?

Veramente dal 25 maggio si potrà rientrare in palestra ?

Non per tutti. Nonostante anche la Federazione Ginnastica d’Italia abbia dato il via libera per la ripresa degli allenamenti ( dal 18 atleti agonisti Silver e Gold e dal 25 tutti ) vedi articolo , le società si trovano ad affrontare i blocchi delle Regioni e dei Comuni.

Prima tra tutte la Lombardia che ha deciso la riapertura degli impianti sportivi solo dal 01 Giugno.

La maggior parte delle associazioni sportive usa le strutture di proprietà del Comune per le varie attività sportive; a tutt’ora non mi risulta Comune che abbia dato l’okay per la riapertura dei suoi impianti.

Stando ad oggi quindi regna l’assoluta incertezza sulla reale possibilità di riapertura delle palestre, né l’effettiva volontà della proprietà e del gestore che nella maggioranza dei casi ancora non hanno fatto sapere nulla.

Altro punto – la sanificazione dei locali

Tra i punti salienti della riapertura delle strutture pubbliche non possiamo tralasciare il problema della sanificazione. A chi tocca ?

Anche quest’argomento manca sostanzialmente di risposte. Teoricamente se la struttura è pubblica dovrebbe essere il gestore ad occuparsi della sanificazione e dell’ igienizzazione dei locali; questo in modo particolare se la stessa struttura è a disposizione di più società contemporaneamente.

Ciò però sembra non accadere. I Comuni e le Regioni sembrano non volersi occupare di questo problema.

Le società rimangono quindi in balia dell’incertezza, non sapendo come, se e quando realmente potranno tornare negli impianti.

Come comportarsi con affitto, quote ed eventuale sanificazione ?

Invito chi volesse delle delucidazioni al riguardo di questi tre punti ad ascoltare la parola dell’ Avvocato Matteo Pozzi ospite del Webinar organizzato da LessonBOOM .

Il video lo potete trovare nel mio Dropbox al seguente indirizzo https://www.dropbox.com/s/eck9p9y99kua4ou/Zoom%202020-05-15%2017-09-30.mp4?dl=0

Previous articleRientro in grande per Talisa Torretti convocata all’accademia di Desio
Next articleThomas Bach e i dubbi su Tokyo 2020/bis